Novena di Natale a Morcote

In alcuni villaggi del Cantone Ticino durante la novena di Natale è ancora oggi prassi suonare le campane a mano. A distinguersi per ritualità è il paese di Morcote, borgo situato sulle sponde del Ceresio, dove il rito di suonare le campane percuotendole con il battacchio (detto «biciocá» ), si trasforma in un momento di convivialità e di condivisione, complice la presenza all’interno del campanile di un vano con un camino, un tavolo e delle panche di legno. Tra le 20:00 e le 23:00 i volontari si radunano attorno al tavolo per mangiare qualcosa assieme ad amici e conoscenti e a turno salgono sul campanile per suonare le campane. Le melodie che intonano sono semplici ma festose e il loro apprendimento si tramanda oralmente, grazie agli insegnamenti dei campanari più esperti. La manifestazione è aperta al pubblico: i visitatori, sempre numerosi e provenienti da tutto il Cantone e anche dalla vicina Italia, si dispongono in numero di dieci o quindici al massimo attorno al camino oppure sulla scala di legno che conduce al vano campane. L’usanza vuole che chi si reca in visita al campanile porti qualcosa da consumare assieme; una bottiglia di vino, una stringa di luganighe, un pezzo di formaggio.


Categoria


Cantone


Descrizione dettagliata

Pubblicazioni

Dalmazio Ambrosini: A Morcote il Natale arriva sul «bicioccare» delle campane. In: Giornale del popolo, 22.12.2008

Dalmazio Ambrosini: La ricchezza della storia, la bellezza del presente. In: Giornale del popolo, 3.12.2008

Antonella Broggi: Campane a festa. In: Illustrazione ticinese, dicembre 2006, p. 38-43

Franco Lurà: Natale - estratto dal Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana. Bellinzona, 2016, p. 39-45

Parole chiave

Inverno

https://www.lebendige-traditionen.ch/content/tradition/it/home/tradizioni/novena-di-natale-a-morcote.html