Alberi di maggio

Secondo il folclorista basilese Eduard Strübin, l’usanza di ornare le fontane con piccoli abeti è tipicamente basilese. Nella notte del 1° maggio, in molti villaggi di Basilea Campagna le fontane vengono decorate con piccoli abeti addobbati. Spesso, questa incombenza è affidata ai giovani appena diventati maggiorenni. Le prime testimonianze scritte di questa pratica risalgono al 1544: «dorumb das er sapmt anderen muotwilligen gesellen am Mey Oben einer Junckfrowen einen Meyen gesteckt / vnnd doran ein latz knüpfft». Oltre all’albero di maggio, diversi Comuni organizzano anche il Maisingen (canto di maggio), affidato a un gruppo folcloristico o a un coro maschile. La maggior parte dei gruppi folcloristici propone anche il Maitanz (ballo di maggio) introdotto nella regione dal gruppo di Liestal, fondato nel 1932. Il Maitanz si balla servendosi di nastri, che richiamano la fiorente industria della seta basilese di un tempo.


Categoria


Cantone


Descrizione dettagliata


Documenti video

Pubblicazioni

Eduard Strübin: Jahresbrauch im Zeitenlauf. Kulturbilder aus der Landschaft Basel. Liestal, 1991

Mai – Maibaum. In: Schweizerisches Idiotikon – Wörterbuch der schweizerdeutschen Sprache. Frauenfeld, 1881-2011

Parole chiave

Primavera

https://www.lebendige-traditionen.ch/content/tradition/it/home/traditionen/maibaum-als-brunnenschmuck.html