La coltivazione delle ciliegie

Da molto tempo la coltivazione di ciliegie («Chriesi») riveste un ruolo importante nel Cantone di Zugo: in un primo tempo come ambito di produzione agricolo rilevante dal punto di vista economico, nel Novecento principalmente come tratto distintivo di una regione in rapido sviluppo. Le prime fonti che attestano coltivazioni di ciliegie, a quanto pare relativamente estese e con piante ad alto fusto, risalgono al Seicento. Nel 1627, nella città di Zugo è comprovata la presenza di un mercato di «Chriesi». Le ricette per preparare alimenti e bevande a base di ciliegie fanno la loro comparsa a partire dal Settecento. In particolare la distillazione delle ciliegie per produrre la grappa vanta in questo Cantone una lunga tradizione. Alla fine dell’Ottocento, la «Kirschwasser-Gesellschaft in Zug», fondata nel 1870, commercializzava con grande successo e in tutto il mondo il Kirsch locale. Attorno al 1915, il pasticciere di Zugo Heinrich Höhn preparò la prima «Zuger Kirschtorte». Oggigiorno alcune distillerie industriali e alcuni impianti contadini nella regione producono ogni anno più di 60 000 litri di Kirsch, di cui circa 15 000 vengono impiegati solo per la produzione della «Zuger Kirschtorte». In virtù della forte attività edilizia e della generale diminuzione dell’attività agricola, nel Novecento le piantagioni di ciliegie si sono ridotte. Dal 2008 un gruppo d’interessi sta invertendo la tendenza con coltivazioni mirate. Circa tre quarti delle aziende agricole del Cantone, complessivamente più di 400, hanno coltivazioni di ciliegie.


Categoria

Artigianato tradizionale


Cantone


Descrizione dettagliata

Kirschenanbau (PDF, 441 kB, 04.06.2018)Ausführliche Beschreibung

Contatto

Geschäftsstelle IG Zuger Chriesi
E-mail

Stampare il contatto

https://www.lebendige-traditionen.ch/content/tradition/it/home/tradizioni/la-coltivazione-delle-ciliegie.html