«Weidlingsfahren»

Il Weidling, stretta imbarcazione a fondo piatto con una lunghezza di circa nove metri, è tipico di Sciaffusa come la fortezza del Munot e il Reno. Sul tratto di fiume tra Stein am Rhein e Sciaffusa è uno dei mezzi di trasporto maggiormente utilizzati. La peculiarità del Weidling, barca priva di motore, è il suo modo di solcare l’acqua: vista la forte corrente del Reno, può essere spinto o tirato contro corrente lungo la riva soltanto per mezzo di pertiche o alzaie. Tradizionalmente il Weidling è di legno massiccio, ma oggi sono disponibili pure modelli in legno compensato, materie plastiche o alluminio. La ditta «Kohler Zimmerei & Holzbau» con sede a Thayngen (Cantone di Sciaffusa) è l’ultima azienda svizzera a produrre esclusivamente Stachelweidlinge, le imbarcazioni in legno massiccio munite di pertiche. Le comuni varianti della barca (Stachelweidlinge, traghetti e barche lunghe) si sono sviluppate dal Medioevo a partire dal Fischerweidling, un Weidling adibito alla pesca. Le barche sono oggi prodotte per essere usate nel tempo libero o a fini sportivi, nell’ambito delle attività dei pontonieri e dei battellieri.


Categoria

Espressioni orali
Pratiche sociali
Artigianato tradizionale


Cantone


Descrizione dettagliata


Documenti video

Pubblicazioni

Albert Spycher: Der Weidlingsbauer. Herstellung eines längsgedielten Flachboden-Plankenbootes in Mumpf AG (Altes Handwerk 57). Basel, 1988

Schweizerischer Pontonier-Sportverband (Ed.): Handhoch - kehrt! Geradeaus - marsch! 1001 Jahre Schweizerischer Pontonier-Fahrverein. Buchs, 1994

Parole chiave

https://www.lebendige-traditionen.ch/content/tradition/it/home/tradizioni/weidlingsfahren.html