Copertura e riparazione dei tetti

I tetti in pietra sono caratteristici dell’architettura tradizionale del Sopraceneri e di quella della fascia più a settentrione del Luganese, dove la presenza dello gneiss ha favorito questo tipo di copertura. Le pesanti lastre utilizzate vengono comunemente chiamate “piode” e sono di varie dimensioni e spessore. La messa in posa e la riparazione dei tetti viene effettuata per mano di carpentieri-muratori, chiamati in dialetto “teciatt”: artigiani che si sono formati direttamente sui cantieri avvalendosi dell’esperienza dei colleghi più anziani. Le piode vengono sagomate manualmente col solo ausilio del martello e posate sulla robusta travatura del tetto senza l’impiego di elementi di fissaggio. Il restauro di tetti in pietra rimane un’attività legata a un sapere artigianale: ogni tetto ha particolarità proprie per cui occorre sempre valutare quali interventi effettuare e quale tipo di pietra utilizzare. La riparazione di vecchi tetti è un’attività artigianale eseguita da carpentieri-muratori specializzati ma anche da dilettanti con qualche conoscenza specifica che si dedicano a questa occupazione essenzialmente nel tempo libero.


Categoria


Cantone


Descrizione dettagliata

Pubblicazioni

Giovanni Bianconi: Tessiner Dächer (Schweizer Heimatbücher 121). Bern, 1965

Giovanni Bianconi: Costruzioni contadine ticinesi, Locarno, 1983 (prima pubblicazione: 1982)

Centro di dialettologia e di etnografia (Ed.): Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana. Bellinzona, 1952-

Interviste (a cura di Alessandra Bobbià): Reto Cittadini (09.02.2011), Giuliano Strazzini (09.02.2011). Centro di dialettologia e di etnografia. Bellinzona

Giovanni Simonis: Manuale per la costruzione di tetti di beola. Milano, 1976

Parole chiave

https://www.lebendige-traditionen.ch/content/tradition/it/home/tradizioni/copertura-e-riparazione-dei-tetti.html